CONSIGLI DI LETTURA

PATRIA

28/07/2019

Fernando Aramburu
PATRIA
(Guanda, 2017)

Il consiglio di lettura di oggi è un titolo davvero imperdibile.
Ce ne parlano entusiasti l'amico Dino Nikpalj e il nostro Stefano Corsi. Entrambi hanno scelto "Patria" per i consigli di Reading.

"Forse il più bel libro uscito in Europa nell’ultimo decennio. Un gioiello di architettura letteraria ma soprattutto di vita. Quella di gente dura, orgogliosa e risoluta come solo i baschi sanno essere. “Patria” di Fernando Aramburu non è un libro che si nasconde dietro al “politically correct” imperante: è innanzitutto un racconto costruito magistralmente, un incrocio di storie che si lasciano e ritrovano in un canovaccio dove si fa fatica a trovare un punto debole o salti narrativi, dove persino il frequente rimando alla terminologia autoctona (un coacervo spesso ostile di k e x) dopo un po’ suona familiare. E’ anche una pagina di una storia comunque controversa che ha segnato la Spagna dell’epoca franchista e anche quella degli anni a venire, ma è soprattutto il racconto di vite di ogni giorno, non illustri, per dirla alla Pontiggia: uomini e donne, famiglie intere, la figura chiave di donne che sono prima di tutto madri, rapporti di decenni che si frantumano in un istante, sullo sfondo di una comunità che sa essere tanto protettiva quando capace di emarginare. Dove non ci sono né buoni né cattivi e forse nemmeno un pentimento, solo lo smisurato orgoglio di essere nel giusto. Nel bene e purtroppo anche nel male".

"Brevi capitoli dentro una complessa trama cronologica in cui tuttavia il lettore non si smarrisce mai. La vicenda di una vittima e di un assassino, dell’Eta e della lotta indipendentista basca. La vicenda di due famiglie divise dal dolore inflitto e dal dolore subìto. L’infinita delicatezza di un narratore che costruisce personaggi indimenticabili sullo sfondo di un tratto della recente storia europea, facendoci riflettere sul male, sulla sofferenza, sull’innocenza e sul perdono".